Hotel HC3 a Bologna

ENGLISH

A spasso per Bologna con BO-Stick ed HC3 Hotel

L'albergo di Bologna omaggia i propri ospiti del prezioso libro dedicato alla città


La Gioconda in Via Galliera. Guida alle curiosità di Bologna

E se la Gioconda fosse nata a Bologna? Qualcuno sostiene che l'idea, a Leonardo da Vinci, venne durante un suo passaggio a Bologna, quando accompagnò Francesco I di Francia ad un incontro con Papa Leone X a Palazzo Feliciti, in Via Galliera.

Con loro c'era Filiberta di Savoia a cui, si dice, il celeberrimo quadro fu ispirato, a dispetto di tutte le ricostruzioni storiche più accreditate.

É uno degli episodi raccontati in «Bo-stick», viaggio per cento misteri e curiosità di Bologna e del suo territorio. A firmare questa insolita guida («no - corregge l'autore - uno strumento per quattro passi in città») é Gabriele Cremonini, vecchia conoscenza del mondo dello spettacolo (ha collaborato con Bibi Ballandi ed é stato tra gli autori del famoso concerto al Caab con Bob Dylan, in occasione dello scorso Congresso Eucaristico) qui alla sua seconda prova editoriale dopo il romanzo «Sputa sangue».

Il volume, edito da Pendragon, piú che una guida é in effetti una sorta di quaderno che appunta impressioni, aneddoti, curiosità e ricordi sulla città. Tant'é che, oltre ad essere in vendita in libreria (10 euro) é stato adottato come biglietto da visita per la città da HC3, neonato albergo in via dell'Arcoveggio.

Il volume sarà fatto torvare, come omaggio, ai clienti dell'albergo, ma anche i bolognesi che ne acquisteranno una copia potranno probabilmente rintracciarvi qualche aneddoto non poi così conosciuto.

In quanti sanno, per esempio, che nella minuscola Via San Giuliano, a Porta Santo Stefano, sopravvive un anemoscopio per misurare il vento? Oppure che Via del Pratello deve il suo nome ad una piantagione di peri che qui sorgeva nel XIII secolo? C'é anche spazio per raccontare la storia dei tortellini e per svelare il significato di modi di dire che pochi in città ormai usano, tipo «finire nel paniere di Cuccoli», dove Cuccoli era un burattinaio che teneva i suoi burattini in una cesta e da lì il significato di «perdere qualsiasi reputazione».

Ogni pagina, in un piccolo formato quadrato, riporta un paio di episodi e indicazioni. Ce n'è uno anche per ogni paese della provincia bolognese. Vergato, per esempio, deve il suo nome a un tessuto finissimo del '200, mentre a Minerbio, a Palazzo Isolani, si dice ci fosse una stanza per mogli infedeli.

 
 
 Prenotazioni on-line

 

OFFERTE SPECIALI

Non perdere le promozioni che HC3 Hotel riserva ai suoi ospiti, approfittane subito!

visualizza le offerte!

 

Targa ExpediaHC3 Hotel Bologna riconosciuto da Expedia tra i migliori alberghi del mondo

il premio ad HC3

 
 

SEGUICI SU

   HC3 su Facebook     HC3 su YouTube     HC3 su Twitter

Via dell'Arcoveggio 46/4
40129 Bologna

Tel +39 051 373632
Fax +39 051 361429

e-mail: infohc3.it
Skype: Hotel HC3